Per info contattaci al (+39) 392 5501073

Volare la nostra grande passione da sempre...

 

   Non me ne voglia il ragionier Vittorio Ragazzini per avergli scritto un articolo che lo riguarda e per averlo pubblicato in mezzo a quelli relativi ad altri personaggi purtroppo scomparsi. Qui si parla di persone e della storia del Gruppo e Vittorio Ragazzini è la persona che ha fatto grande la storia del nostro Gruppo. Perciò ho ritenuto fosse doveroso menzionarlo in questa sede.
    L'ho chiamato al telefono della sua abitazione qualche giorno fa per chiedergli di potere andare a trovarlo. Erano tanti anni che non lo vedevo e per quello che potevo immaginare avrei potuto trovarlo molto diverso da come lo vidi l'ultima volta. Ha risposto alla mia richiesta di appuntamento dicendomi di presentarmi nel suo ufficio in centro a Forlì alle dieci del mattino del giorno seguente, anzi, di quello dopo ancora perché all'indomani avrebbe avuto da fare. E così mi sono presentato all'appuntamento presso il suo ufficio dove svolge opera di volontariato. Vedendolo ho praticamente ritrovato il Vittorio Ragazzini che avevo visto l'ultima volta tanti anni prima, con lo stesso smalto e la stessa vitalità dei giorni della sua presidenza al Gruppo aeromodellisti.
  Vittorio è stata la figura più diplomatica e determinante del periodo della pista all'aeroporto, colui che, supportato dal consiglio direttivo, portò ai massimi splendori il nostro Gruppo di aeromodellisti.
  Fu grazie a lui che questi poterono svolgere l'attività all'interno dell'aeroporto rimanendovi per molto tempo, dando modo all'attività stessa di potersi sviluppare in tutte le sue forme, da quelle sociali e ricreative fino a quelle sportive e competitive, altro fiore all'occhiello del Gruppo in quegli anni.
    Le sue capacità mirarono sempre alla creazione di un gruppo di soci solido ed affiatato. 
   La sua diplomazia e la sua comunicabilità con i singoli soci lo portò sempre a risolvere complesse situazioni che inevitabilmente si venivano a creare con la convivenza fra così tante persone.
    Il suo lavoro di tessitura di rapporti con le autorità locali fece in modo tale che il Gruppo venisse riconosciuto a livello cittadino conferendogli una vera e propria identità.
  La massima espressione di queste sue capacità fu quella di avere organizzato le fantastiche ed irripetibili edizioni della manifestazione aeromodellistica "Forlì Vola", naturalmente con la collaborazione dei membri del consiglio direttivo oltre che della stragrande maggioranza dei soci impegnati in svariati lavori di servizio.
  Si trattava di situazioni talmente complesse e delicate (ed anche economicamente rischiose) da gestire che solo un Gruppo guidato da una persona come Vittorio Ragazzini poteva farcela.
    Aldilà delle sue indiscusse capacità di leader, durante il nostro colloquio di pochi giorni fa, ho capito quanto fosse stata forte e determinata la sua passione per l'aeromodellismo fin da bambino. Infatti, parlandogli di come si vola oggi e delle nuove tecnologie che abbiamo a disposizione, per un attimo ho visto riaccendersi la passione sul suo volto tanto che, sempre per un attimo, ho intravisto la piccolissima e remota possibilità di poterlo fare ritornare alla attuale pista di volo con un radiocomando in mano almeno per un volo…
    Un sogno durato un istante, ma è bastato a riconfermarmi la sua ancora viva, sincera e forte passione in ciò che ha brillantemente fatto in passato per il nostro Gruppo. 
 
Paolo Bassi

 

 

Accesso Utenti